Disfunzione Erettile

//Disfunzione Erettile
Disfunzione Erettile2017-03-29T11:01:30+00:00

Potresti soffrire di disfunzione erettile se non riesci, dopo adeguata stimolazione, a ottenere una rigidità del pene sufficiente per penetrare in vagina o se dopo la penetrazione, non riesci a mantenere la rigidità del pene fino alla fine del rapporto sessuale.

Possibili cause:

Le cause della disfunzione erettile possono essere classificate in 3 gruppi:

  1. cause psicologiche:
    Possono provocare difficoltà di erezione anche in soggetti perfettamente sani dal punto di vista fisico.
    Comprendono condizioni per lo più legate ad ansia (ad es. l’ansia da prestazione, che origina dal timore dell’insuccesso durante la prestazione sessuale), o a depressione
  2. cause organiche:
    Si tratta di alterazioni del meccanismo fisiologico che provoca l’erezione, ossia il riempimento di sangue dei corpi cavernosi del pene. Tali alterazioni possono interessare:

    • la conduzione nervosa dello stimolo (cause neurologiche). Si tratta in questo caso di malattie del Sistema Nervoso Centrale (morbo di Parkinson, sclerosi multipla), dei nervi periferici (neuropatia diabetica), di conseguenze di traumi, soprattutto a carico del midollo spinale o del bacino, o di interventi chirurgici quali l’asportazione della prostata o del retto-sigma per tumore
    • la circolazione del sangue nei corpi cavernosi (cause vascolari). Comprendono principalmente l’insufficienza delle arterie cavernose, che è la più frequente causa di disfunzione erettile,in special modo dopo i 50 anni. Tutti i cosiddetti fattori di rischio vascolare rientrano in questo gruppo di cause: il diabete, il fumo, l’ipertensione, l’obesità, l’eccesso di colesterolo nel sangue. Una causa meno frequente, ma con gravi ricadute sulla funzione erettile, è la cosiddetta fuga venosa, che si manifesta con un anomalo scarico di sangue dal sistema venoso del pene, e impedisce di raggiungere una piena rigidità in erezione
    • i livelli ormonali nel sangue (cause endocrine). Rientrano in questo gruppo l’ipogonadismo (bassi livelli di testosterone) e l’iperprolattinemia (alti livelli di prolattina). Anche alcuni squilibri della funzione tiroidea possono provocare disfunzione erettile
  3. cause farmacologiche:
    Comprendono gli effetti collaterali che alcune medicine possono provocare sulla funzione sessuale. Tra i farmaci per i quali sono stati segnalati effetti indesiderati sull’erezione segnaliamo alcuni antipertensivi (diuretici, betabloccanti), alcuni psicofarmaci (antipsicotici, alcuni antidepressivi), farmaci per il carcinoma prostatico (ciproterone, LH-RH analoghi), farmaci anti-ulcera appartenenti alla classe degli H2-antagonisti

 

Compila il questionario – valutazione della funzione erettiva
L’International Index of Erectile Function – 5 (IIEF-5) è stato creato allo scopo di fornire un questionario sensibile e specifico per valutare la funzione erettiva. Nel rispondere si deve tener conto della attività sessuale relativa agli ultimi sei mesi
A) Negli ultimi sei mesi come è stata la tua capacità di raggiungere e mantenere l’erezione?
0- praticamente inesistente
1- molto bassa
2- bassa
3- moderata
4- alta
5- molto alta
B) Negli ultimi sei mesi dopo la stimolazione sessuale quanto spesso hai raggiunto un’erezione sufficiente alla penetrazione?
0- non ho avuto alcuna attività sessuale
1- quasi mai o mai
2- poche volte (molto meno della metà delle volte)
3- qualche volta (circa la metà delle volte)
4- la maggior parte delle volte (più della metà delle volte)
5- quasi sempre o sempre
C) Negli ultimi sei mesi durante il rapporto sessuale quanto spesso sei riuscito a mantenere l’erezione dopo la penetrazione?
0- non ho tentato di avere rapporti sessuali
1- quasi mai o mai
2- poche volte (molto meno della metà delle volte)
3- qualche volta (circa la metà delle volte
4- la maggior parte delle volte (più della metà delle volte)
5- quasi sempre o sempre
D) Negli ultimi sei mesi durante il rapporto sessuale quanto è stato difficile mantenere l’erezione fino alla fine del rapporto?
0- non ho tentato di avere rapporti sessuali
1- estremamente difficile
2- molto difficile
3- difficile
4- abbastanza difficile
5- facile
E) Negli ultimi sei mesi quando hai avuto un rapporto sessuale quanto spesso hai provato piacere?
0- non ho tentato di avere rapporti sessuali
1- quasi mai o mai
2- poche volte (molto meno della metà delle volte)
3- qualche volta (circa la metà delle volte)
4- la maggior parte delle volte (più della metà delle volte)
5- quasi sempre o sempre

Sommando i punteggi ottenuti (indicati a fianco a sinistra della risposta scelta), si ottiene il risultato finale.

Da 22 a 25 l’attività sessuale è da considerarsi normale.
Da 17 a 21 siamo in presenza di disfunzione erettile lieve.
Da 12 a 16 si manifesta una disfunzione erettile lieve-moderata.
Da 8 a 11 si tratta di una disfunzione erettile moderata.
Da 5 a 7 siamo in presenza di una grave disfunzione erettile